Book Now

Vacanze di Pasqua nel Cadore

||Vacanze di Pasqua nel Cadore

Vacanze di Pasqua rigeneranti e rilassanti da trascorrere a contatto con la natura in piena fioritura e nella splendida cornice delle Dolomiti, i maestosi ed imponenti Monti Pallidi delle Alpi orientali.

Il Cadore, con i suoi pittoreschi borghi ed i suoi incontaminati paesaggi, promette intense giornate di sport immersi nella natura, magnifiche escursioni tra boschi e laghi, piacevoli soggiorni in centri benessere attrezzatissimi e percorsi artistici e culturali di straordinario interesse.

Pasqua nel Cadore – i mille colori delle Dolomiti

Le caratteristiche di bellezza ed unicità dei paesaggi hanno consentito, al territorio del Cadore, di essere dichiarato, dall’Unesco, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. I diversi comuni che ne fanno parte, come Pieve, Calalzo, Cibiana, San Vito, Valle, Borca, Vodo e Domegge e molti altri, tutti bellissimi e ricchi di storia, lavorano in sinergia per offrire ai turisti lo scenario ideale per trascorrervi la vacanza invernale come quella estiva.

Il comparto dolomitico sul quale il Cadore sorge, caratterizzato dalla presenza di montagne di altezza notevole e di valli dai pendii più morbidi, consente di godere di meravigliosi paesaggi innevati perfettamente attrezzati per praticare sport più tradizionali, come sci e snowboard, sci alpinismo e di fondo, passeggiate con le ciaspe o discese in slitta, accanto ad attività innovative ed affascinanti, come la fat bike e lo snowkite.

In estate ed in autunno gli scenari mutano sensibilmente: il candore della neve lascia il posto ad un’esplosione di colori vivaci e cangianti, uniti a formare immense distese di prati sovente destinati al pascolo, intervallati da boschi fitti e pieni di vita e da irruenti ruscelli il cui suono argentino riecheggia nelle ampie vallate.

In questa idilliaca scenografia si snodano centinaia di sentieri panoramici dedicati alle esplorazioni a piedi o in mountain bike, declinati in base alle diverse difficoltà di percorrenza, per iniziare dai principianti e terminare con gli escursionisti più esperti.

Dai centri abitati si diramano i sentieri più dolci, percorribili addirittura col passeggino, per consentire anche ai più piccoli di godere dei panorami mozzafiato delle Dolomiti. Per i più esperti, invece, esistono le Vie Ferrate del Cadore: percorsi costruiti con scalette in ferro, ponticelli e corde fisse che permettono di arrampicarsi alla ricerca degli scorci più belli ed inaccessibili.

La vacanza di Pasqua nel Cadore può rappresentare il momento in cui ci si lascia alle spalle lo stress del quotidiano e ci si ferma ad ascoltare il rumore del disgelo, ad osservare la primavera che, inarrestabile e prorompente, avanza lungo i pendii montuosi a danno delle bianche distese di neve in via di dissolvimento.

Il rosso tiziano di Pieve di Cadore

Pieve di Cadore rappresenta la capitale storica e sociale del territorio, nonché città d’arte per eccellenza. Qui vide i suoi natali il grande Tiziano Vecellio, celebre pittore del Rinascimento italiano la cui abitazione è perfettamente conservata e visitabile, nel cuore del piccolo centro del bellunese.

A Tiziano è dedicata la piazza principale di Pieve ed alcuni suoi dipinti sono gelosamente custoditi nella Chiesa di Santa Maria Nascente, bell’esempio di architettura neoclassica del primo ottocento.

La bella cittadina, base ideale per trascorrere le vacanze di Pasqua nel Cadore, ospita diversi edifici di interesse storico ed artistico, come l’elegante e scenografico Palazzo della Magnifica Comunità di Cadore ed il Museo Archeologico Cadorino, nel quale sono conservati i reperti rinvenuti in una necropoli di epoca pre-romana scoperta poco distante, a testimoniare le antiche origini di Pieve.

Natura, sport, arte e cultura, buona cucina e ottima grappa; non c’è bisogno di altro per rendere perfetta la Pasqua in Cadore.

2019-04-11T09:23:46+00:00